Attori e attrici, registi, sceneggiatori e drammaturghi, costumisti e fotografi. È questo il cuore pulsante del collettivo artistico DRAO, che si presenta per la prima volta davanti al pubblico.

Sarà il Circolo degli Artisti (Via Casilina Vecchia, 42) la cornice per il debutto, in programma il 9 ottobre 2013 alle 21:00, e accompagnato dalla mostra dei fotografi finalisti del Premio Hystrio – Occhi di Scena 2013, per la prima volta in esposizione a Roma, e da una performance teatrale tratta dallo spettacolo “Io, mai niente con nessuno avevo fatto”, vincitore del Roma Fringe Festival 2013, premio Miglior Spettacolo alla compagnia Vuccirìa Teatro, Miglior Drammaturgia a Joele Anastasi e Migliore Attore a Enrico Sortino.

DRAO è un collettivo artistico che unisce in un progetto comune diverse figure professionali. Nato nel 2013 a Roma dall’incontro di Alessandro Lui, Elia Bei e Nicole Calligaris e dal loro desiderio di condividere con altri il proprio percorso, Drao ha lo scopo di produrre, promuovere e distribuire opere di discipline artistiche differenti.
Il focus di Drao risiede nella collaborazione e nell’intensità dello scambio tra le varie anime professionali e artistiche che compongono il gruppo.
Dall’osmosi con queste differenti realtà nascono alcune delle collaborazioni più stimolanti che Drao ha sviluppato, come quella con Vuccirìa Teatro e Fuoco Sacro, compagnie dirette da membri del collettivo.
Ogni idea, ogni progetto, ogni decisione, parte da una riflessione condivisa, figlia del forte legame creativo che lega tra loro i componenti. Nella cornice di questa ricerca comune, ogni membro gode di una totale libertà di espressione e della più completa autonomia decisionale per i propri progetti esterni al collettivo.

Il collettivo non è, semplicemente, una collettività. Ma un gruppo di personalità che lavorano insieme per un obiettivo artistico comune.