COMPAGNIA
Livingston Teatro lo inferno

Lo Inferno

SINOSSI

L’inferno, privato e condiviso, non la pena in sŽ ma la consapevolezza del ripetersi della suddetta, una eternitˆ senza via d’uscita, come quella che imprigiona i due anziani protagonisti, condannati a riprodurre gli stessi gesti e a nutrirsi di ricordi per tollerare il presente. Due personaggi grotteschi, marito e moglie,sospesi in un tempo/spazio, in cui la sola certezza  la reiterazione. Gioia, noia, disperazione, una vita, forse felice, forse fallita: “Chi ci ha rubato il tempo?”.

QUANDO
PALCO C 26/8 ore 23.10 – 29/8 ore 19.30 – 31/8 ore 21.20

REGISTA
Claudio Sportelli

AUTORE
Claudio Sportelli E Nathalie Bernardi

CAST
Nathalie Bernardi E Claudio Sportelli

ESTRATTI DA RECENSIONI
A concludere la rassegna ÒI diversi volti del teatroÓ  andato in scena, al Teatro La Ribalta di Salerno, Lo inferno, della compagnia torinese Livingston teatro. Occasione perfetta per conoscere il lavoro di due ottimi attori, Narhalie Bernardi e Claudio Sportelli, ed un testo raffinato, mai banale, che offre diverse chiavi di lettura. Il tema  lo scorrere del tempo, cristallizzato nei gesti meccanici dei due protagonisti, marito e moglie, di cui sappiamo poco, e quel poco deve bastare. Quello che arriva, e arriva potente,  il senso Ð in fondo terrificante dell’eternitˆ. Una condanna che pu˜ portare claustrofobia, nella quotidianitˆ stantia di gesti ripetuti, di meccanismi collaudati e, appunto, infernali. Ma cambiare, in fondo, si pu˜. La Bernardi e Sportelli, anche regista dello spettacolo, magnetizzano l’attenzione, con tempi da metronomo e pochissimi elementi scenici. Tanto basta per emozionare. Tra ricordi, specchi e accenni beckettiani, Lo inferno scorre sinistro e inquietante, assolvendo in pieno alla missione del teatro: destabilizzare. Anna Gammaldi “Corriere Spettacolo” Lo Inferno, presentato da Livingston Teatro,  un magnifico lavoro sul tempo, con due eccellenti attori (Nathalie Bernardi e Claudio Sportelli) in scena, che affronta il tema della morte dimostrandoci come la nostra cultura ci impedisca di confrontarci con essa come parte della vita. “gaiaitalia.com 2014 “

https://youtu.be/SkEHsH8_vqs

SITO INTERNET
www.livingstonteatro.com