ÎNCEPE

di Amaranta Orma Fluens

10 – 13 ottobre 2013

 Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6

Dimmi da dove sei partita.
Voglio sapere chi guidava quella barca.
Chi hai pagato?
Quanto hai pagato?
Dimmi chi c’era con te sulla barca

Toccante e intelligente, fortemente attuale, dal 10 al 13 ottobre va in scena al Teatro Studio Uno di Roma, in apertura di stagione, “începe” di Amaranta/Orma Fluens, spettacolo semifinalista al Roma Fringe Festival 2013 e Vincitore del Premio Teatri di Sabbia.

Uno spettacolo delicato e forte che parla di migrazione dando voce ai protagonisti, sulla base di storie di vita vissuta, in un periodo in cui il tema è tornato violentemente al centro della cronaca.

“începe” significa inizio: l’inizio di un viaggio verso una terra straniera e nella terra straniera, un naufragio la cui isola d’approdo è ambigua nel suo atteggiamento, tra volontà di accoglienza e rifiuto da un lato, e la necessità di ricominciare e al tempo stesso non dimenticare la propria storia dall’altro.

Il racconto, intimo, essenziale e femminile è accompagnato da una regia che, giocando tra video in diretta e le capacità dell’attrice in scena, restituisce allo spettatore una dimensione reale della vicenda, sospesa tra tragedia e ironia. Come la vita.

Protagonista è una ragazza migrante dell’Est Europa, ma anche la nostra Italia ricca di contraddizioni, tra grandi anime e moti di rifiuto, eternamente combattuta tra la tutela di se stessa e lo spirito di condivisione. Un’Italia che cerca di fare i conti con se stessa, le sue mille anime e – a sua volta – la volontà di riscatto.

Il tutto per un teatro “neorealista” in grado di far sorridere, commuovere e riflettere.

“începe”, in scena dal 10 al 13 ottobre, apre la stagione 2013/2014 del Teatro Studio Uno – Casa Romana del Teatro Indipendente che, come lo scorso anno, propone sei residenze temporanee. Protagonisti importanti nomi del Teatro Off italiano e 6 compagnie per sei spettacoli Site Specific.

GUARDA IL TRAILER: CLICCA QUI

“începe” narra l’esperienza di una donna che su un barcone tenta la traversata.
Smarrita nel Mediterraneo e poi ripescata, la ragazza vive il naufragio come un tempo immenso di cui non può più tenere il conto.
In questo tempo compaiono sparpagliati ricordi e domande.
“”E compare Dio: quel Dio al quale ora la ragazza parla realmente forse per la prima volta.
Prega per avere un compagno, un ascoltatore sempre presente. Il dialogo di începe con Dio, in un italiano reinventato dalla fantasia della ragazza, apparentemente insensato, grottesco, infantile, le fa ritrovare la speranza di un approdo, e una fede del tutto originale.

dal 10 al 13 ottobre 2013

 GIO-SAB ORE 21; DOM ORE 18

INGRESSO 10€

TESSERA ASSOCIATIVA GRATUITA

Info e prenotazioni: -3494356219- 3283546847-

lacattivastrada@gmail.com

www.lacattivastrada.com

TEATRO STUDIO UNO

Via Carlo della Rocca, 6