Vincitore del Premio del Pubblico al Roma Fringe Festival 2013, “Padroni delle nostre vite”, di ritorno dalla Germania, prepara il Tour italiano.

Spettacolo più votato dal pubblico del Fringe Festival capitolino, “Padroni delle nostre vite” di e con Ture Magro prodotto da Sciara Progetti, dopo l’esperienza “mitteleuropea”, sarà nuovamente in scena con il Patrocinio del Comune di Milano all’Università Bocconi di Milano il 24 ottobre alle 21.00 (ingresso gratuito) per poi proseguire con una serie di tappe nei teatri siciliani: il 23 novembre al Teatro Pinelli Occupato di Messina, il 28 novembre al Teatro Coppola di Catania e il 30 novembre al Teatro Naselli di Comiso.

Dopo 3.000 km di viaggio, “Padroni delle nostre vite” concluderà la tournée autunnale (cominciata a settembre da Amburgo) in una delle città più a sud e più belle della Sicilia, Noto, presso il Teatro Tina di Lorenzo (ex teatro V. Emanuele) il 6 dicembre 2013. 

“Padroni delle nostre vite” conferma così l’attenzione del pubblico per uno spettacolo di Teatro Civile in grado di smuovere le coscienze, sensibilizzare su un tema fondamentale come la legalità, il tutto attraverso il racconto di una storia vera, uno spaccato di vita vissuta capace di disegnare un’Italia reale e coraggiosa.

 

loc-hamburg-9-sett-loghi-300x214

 

Un attore in scena e 10 attori virtuali, Tre maxi schermi a delimitarne lo spazio e un’interazione continua tra realtà e finzione. Una ricerca che funziona, tra cinema e teatro con suoni in presa diretta e una forza recitativa coinvolgente. “Padroni delle nostre vite” è uno spettacolo teatrale unico nel suo genere, con un intreccio narrativo-visivo-sonoro che avvolge la narrazione e rende la visione fluida e d’impatto.

La storia è quella di Pino Masciari, imprenditore tra i più importanti del sud Italia, un uomo che ha deciso di non cedere alle richieste estorsive di ‘ndranghetisti e politici e dopo anni di minacce e soprusi denuncia i suoi estorsori.
Ha registrato e fotografato in maniera attenta le minacce ricevute non solo di mafiosi ma anche di politici e fornendo prove incontestabili mette in luce un sistema di corruzione diffusa che parte dal piccolo delinquente locale, per arrivare ai livelli più alti della politica italiana.
Pino ha 34 anni è sposato con Marisa e i loro due bambini sono nati da poco. Pur di salvare la vita della sua famiglia entra nel programma speciale di protezione, ed è costretto ad abbandonare la sua terra.

In scena al Roma Fringe Festival 2013, tra i più apprezzati dell’intera stagione, “Padroni delle nostre vite” ha vinto il Premio del Pubblico come più “votato” in assoluto dagli spettatori del festival che a luglio hanno affollato le 4 repliche dello spettacolo, – di e con un bravissimo Ture Magro – attivando un passaparola continuo e costante.

“Padroni delle nostre vite” è una produzione SciaraProgetti, in collaborazione con Nois Produzioni Video.