Dopo aver vinto il Premio come Miglior Attore al Roma Fringe Festival, Silvio Barbiero torna a Roma con Groppi d’amore nella scuraglia di Tiziano Scarpa al Teatro Kopó dall’11 al 14 dicembre.

Il testo di Scarpa è un racconto in versi che, attraverso una lingua inventata che richiama i dialetti del centro-sud, descrive un percorso di rinascita e, in qualche modo, di redenzione. Il linguaggio poetico di Scarpa deforma il nostro immaginario e i corpi dei protagonisti divengono archetipi grotteschi di un mondo in sfacelo; immagini che richiamano l’immaginario di Bosch raccontando la storia di Scatorchio e del suo amore per Sirocchia in un paese sommerso dai rifiuti.

Pochi elementi in scena per rappresentare una storia ricca di elementi narrativi che non manca mai di sorprendere per l’originalità delle soluzioni messe in atto. Lo spettatore si trova così immerso in un mondo composto da suoni antichi ma pur sempre riconoscibili, da immagini, musiche che richiamano un mondo naif tracciato con pennellate severe e marcate.

GROPPI D’AMORE NELLA SCURAGLIA

11/14 DICEMBRE 2014

Teatro Kopó

via Vestricio Spurinna 47/49- Roma

di Tiziano Scarpa

con Silvio Barbiero

scene di Paolo Bandiera

costumi di Anna Cavaliere

foto di scena di Fabrizio Caperchi

musiche di Sergio Marchesini e Debora Petrina

regia di Marco Caldiron

ufficio stampa Rocchina Ceglia

TEATRO KOPÓ

via Vestricio Spurinna 47/49

dal 11 al 14 dicembre

ore 21.00

aperitivo a partire dalle 20.00

Biglietti Intero 10.00 (aperitivo e spettacolo)