Passato l’allarme pioggia, arrivata l’estate, il Roma Fringe Festival prosegue con i suoi 18 spettacoli settimanali, la seguitissima sezione stand-up, la proiezione delle partite, i pomeriggi con i bambini e i grandi ospiti.

Il 21 giugno è la volta di Johnny Palomba che a partire dalle 22.00 a ingresso gratuito darà vita a quello che ormai è l’appuntamento cinematografico del RomaFringe, l’attesa Recinzioni Night, un percorso esilarante tra i migliori (e peggiori) film dell’anno affidate alla penna del più onesto critico italiano…rigorosamente a volto coperto.

Seguici su Facebook: www.facebook.com/RomaFringe

La serata inizia però alle 21.00, con gli spettacoli più apprezzati della settimana e la sezione StandUP FREEnge che questa volta vedrà in scena la “lingua tagliente” di Velia Lalli e le Soluzioni Ansiogene e Cacofoniche di Francesco Arienzo.

Stand Up FREEnge, sabato 21 giugno a partire dalle ore 20.30

Dal 22 giugno, ricomincia poi la settimana teatrale con 18 spettacoli in scena, per offrire ancora una volta uno spaccato di teatro indipendente italiano e non solo, con compagnie provenienti da Belgio, Sardegna, Campania, Val D’Aosta…

Di seguito nel dettaglio gli spettacoli in scena al Roma Fringe Festival dal 22 al 27 giugno:
SCOPRI IL PROGRAMMA GIORNALIERO

Zitti Zitti – Visuale, tenero, ironico, divertente ed emozionante; uno sguardo poetico su momenti dell’esistenza umana che arriva dritto al cuore di grandi e piccini....clicca qui per saperne di più

Perché non ci lasciano giocare con la Terra – Dal romanzo “L’arte della gioia” di Goliarda Sapienza e da “La porta è aperta” di Giovanna Providenti, con il suo universo ricco di personaggi, l’uragano..clicca qui per saperne di più

Migrazioni – Dalla Francia, un racconto senza parola, dove le immagini si sviluppano come quadri animati, affrontando il tema dell’emigrazione: una partenza, un viaggio e un arrivo..clicca qui per saperne di più

Come del resto alla fine di un viaggio – Siamo sicuri che Ulisse abbia viaggiato solo per sete di conoscenza? E se Adamo ed Eva non fossero stati cacciati dall’Eden solo per punizione?..clicca qui per saperne di più

La gabbia di carne – Mise en abyme con video-pittura. Proiezioni video inondano il corpo ferito. Una società dell’immagine che ci vuole tutti perfetti all’esterno ma che..clicca qui per saperne di più

I leoni non si abbracciano – La storia dell’incontro tra Leo e Buf. I due personaggi si trasformano da estranei ad amici in una notte, l’ultima della loro vita..clicca qui per saperne di più

Tre terrieri – Occhio ironico sulla politica italiana, disperata, grottesca e surreale proprio come il corto. Il tutto viene raccontato attraverso una dialetto inventato..clicca qui per saperne di più

Io sono la pelle – “Io sono la pelle” racconta un momento, un momento fondamentale. Potrebbe durare un secondo, come un’ora, come dieci giorni, l’unica cosa che conta è il cambiamento che si porta dietro..clicca qui per saperne di più

ImProv Comedy 2.0 – Spettacolo comico d’improvvisazione; l’evoluzione tecnologica del classico Improbook, che ha fatto ridere centinaia di persone con repliche in tutta Italia..clicca qui per saperne di più

NO. Una giostra sui limiti dei limiti imposti – NO vuole ridere dei nostri paradossi, vuole giocare col senso comune e vuole chiedere se un’inversione linguistica possa aprire una prospettiva nuova..clicca qui per saperne di più

Bellissima. Un omaggio ad Anna Magnani – Tra musica, parole e danza, rivive la figura palpitante della straordinaria attrice..clicca qui per saperne di più

Deja Vu – Finestra aperta sulla vita di un uomo. Da essa spiamo la sua routine, il suo affrontare la vita, tra il call-center e un amore che non accenna a mostrarsi..clicca qui per saperne di più

Hole – I glory holes* sono buchi oscuri che si aprono su mondi sconosciuti dove l’immaginazione assume la forma di due labbra e una lingua. NON ADATTO AI MINORI..clicca qui per saperne di più

Dammi la tua fine. Uno studio su precarietà, vino e poesia – Il BarFly, come da Bukowski…lo spettatore gioca all’interno di uno spettacolo interattivo, diventando di volta in volta consigliere, presenza da contendersi..clicca qui per saperne di più

Dov’è Desdemona – In un rapporto di intimità e fratellanza, la negazione di Otello in cerca d’aiuto e Jago come Maestro..clicca qui per saperne di più

Ultima fermata chi è di scena? – Michele e Michele, fratelli autistici a cui il padre ha dato nome uguale, sono deportati ai campi di sterminio, ma sono protetti dalla magia del teatro, fino all’ultima fermata..clicca qui per saperne di più

Groppi d’amore nella scuraglia – Il linguaggio poetico di Tiziano Scarpa deforma il nostro immaginario e i corpi dei protagonisti divengono archetipi grotteschi di un mondo in sfacelo..clicca qui per saperne di più

Cielo Azzurro Fango – Un ricordo. Una vita storpiata. La sensazione di doversene andare per sempre e l’incapacità di abbandonare ciò che si è stati..clicca qui per saperne di più

Non solo Teatro. Anche dal 21 al 27 giugno, al Roma Fringe Festival sarà possibile attività pomeridiane per bambini a cura delle Biblioteche di Roma, e della Cattiva Strada, con letture e area ludica culturale e  Cronache Urbane di Enrico Giammarco.

Tutto come sempre insieme al mercatino bio, vintage, artigianale Hand Made e la Birra artigianale del Serpente.