da un racconto di Andrea Pergolari
con Gioia Montanari
musiche Tony Neiman

Palco B: Mar 18/06 ore 22,00 Mer 19/06 ore 20,30 Gio 20/06 ore 23,30

Città del Messico, inizio Novecento: sono gli anni di Pancho Villa e Fernando Madero, del generale Huerta e di Emiliano Zapata, gli anni della rivoluzione e della restaurazione, la nascita dell’evo moderno per il Messico. Sono anche anni di grande temperie culturale ed artistica: di pittori, fotografi, modelle, di Tina Modotti Diego Rivera ed Edward Weston. Si dice che in quel tempo, a Città del Messico, ci fossero le donne più belle del mondo.

Tra queste Carmen Mondragon, la figlia del generale Mondragon, nota al mondo come Nahui Olin, in azteco “quarto movimento”: ovverossia il moto perpetuo, l’energia che dà la vita. Pittrice, modella, poetessa: una forza della natura dagli occhi verdi e dal corpo flessuoso.

Una donna divorata dalla passione, raccontata da Gioia Montanari attraverso un monologo diviso in quattro movimenti, come in un componimento musicale: ad ogni movimento corrisponde un amore. Ad ogni amore, una storia di distruzione e di follia.

Perché Nahui Olin infiamma d’amore assoluto e non lascia spazio attorno a sé.

 Gioia Montanari è nata a Roma il 29.5.1982. Ha studiato recitazione al Teatro dell’Orologio di Roma, è attrice teatrale. Tra i suoi spettacoli: Tardieu (regia Riccardo Cavallo), Uomini e dei (regia di Riccardo Cavallo), La scuola delle mogli e Niente da dichiarare? (regia Federico Vigorito), A luci spente, La macchina inventastorie e Quale dei tre? (regia Francesca Biancat), Assassini puntualissimi (regia Massimiliano Pazzaglia).

Tony Neiman Di formazione classica si Diploma in Pianoforte Classico nel 2004 al Conservatorio di Musica “L.Perosi ” di Campobasso e successivamente al Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila in Jazz. Ha sempre mostrato una predilezione per la composizione.

Scrive e arrangia per Orchestra Classico, Big Band, Pop, Salsa, Tango e altri stili.
Premiato nel 2012 dalla “Norman Academy ” come musicista emergente vanta esperienze lavorative importante tra cui il Duo con Piera Pizzi “Colored Songs”, jazz festival, partecipazione a serate Telethon, concerti a Villa Adriana – Tivoli, al Castello Odescalchi di Bracciano, e poi ancora concerti presso “L’Arteria” di Bologna, l’Ambasciata dell’Eire a Roma all estero al Teatro dell’Opera di Timisoara – Romania per il concorso Miss Italia nel Mondo e al locale “Bareinho” Ericeira (Lisbona – Portogallo) e al Surf Camp “Ribeira d’Ilhas Beach” (Lisbona – Portogallo).
Autore della sigla Le brave ragazze in onda su Rai Radio 2, e sonorizzazioni Rai. E’ stato pianista e compositore delle musiche per la presentazione delle poesie “La Nave impazzita” di Piero Gaffuri con la partecipazione di Federica Gentile speaker di Radio 2.

Andrea Pergolari è nato a Roma il 27.6.1975. Laureato in Lettere, ha pubblicato: Gringo (2001), Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana (2003-2012), La fabbrica del riso (2004), Il sistema Fenech (2007), Pasquale Festa Campanile ovvero la sindrome di Matusalemme (2008), Flavio Mogherini scenografo praticamente regista (2009), Luciano Salce: una vita spettacolare (2009, in coll. con Emanuele Salce), Tognazzingiallo (2010, in coll. con Paolo Silvestrini), Ha visto il montaggio analogico? (2011, in coll. con Guido Vitiello). Ha scritto saggi nei volumi collettivi Sulla carta (2006, a cura di Mariapia Comand) e Schermi di piombo (2007, a cura di Christina Uva). Ha diretto i documentari Il giro del pavone (2006) e L’uomo dalla bocca storta (2009, in coll. con Emanuele Salce), ha scritto in collaborazione con Emanuele Salce il monologo Mumble Mumble (2010).